Aspetterò sempre una tua telefonata

Quando e se vorrai dammi una possibilità di parlarti a voce – diceva l’iPhone ombreggiato dal pollice che scorreva sul display come un compasso alla ricerca di un punto in cui infilzarsi e disegnare una microcirconferenza radar atta a ripescare dallo spam la prenotazione Qatar misteriosamente scomparsa nonostante le premure dell’amministrazione – avvocato, la prego, […]

Continue Reading

Il tuttofare e la donna in verde

Una spennellata distrattamente generosa del tuttofare che rinfrescava la sala d’aspetto fece cadere una goccia di bianco sul pancione della giovane bionda in verde, ma lei, che tentava di prendere una bevanda alla macchinetta malfunzionante già da un po’, non pulì subito via la macchia, ritenendo più interessante osservare il piccolo globo di vernice convessa […]

Continue Reading

Stalagmiti

I due cavalli giacevano sul tavolo del suo monolocale: una stanza polivalente con angolo cottura, letto a scomparsa e sala operatoria preventivamente foderata di nylon per raccogliere il sangue delle bestie. Ripose in un angolo la maschera a gas, il fucile a pompa e lo zaino Eastpack edizione speciale Marvel, preso in prestito al figlioletto […]

Continue Reading

Remember to Get Off in Fredericia

Non sopportava più la strada né il buio del finestrino su cui la tempia batteva a ogni curva umiliando i suoi tentativi di addormentarsi, perché era già tempo di dimenticare, nonostante i capelli strofinati male dopo la doccia fatta insieme continuassero a riverberare la pressione di quelle mani, sotto l’acqua e prima dell’acqua, sul copripiumino […]

Continue Reading

Cani

Quando gli chiese se avesse mai soffocato nessuno, avevano superato la prima curva per tornare verso il lago, il sole cominciava a calare, sembrava a portata di mano, sembrava che quei rami si potessero staccare come le sbarre di una cella fissate con una manciata di terra umida là dove si inseguivano i cani, e […]

Continue Reading
error: Content is protected !!